“Senza disciplina, crescerà con i ricchi”. “Devi solo dargli la libertà – e lui stesso capirà quanto correttamente”. Come trovare un equilibrio tra domanda e reattività? E cosa minaccia gli estremi nell’istruzione?

Che aspetto ha la formula dell’educazione perfetta? Certo, questa domanda non ha senso. Per alcuni genitori, è importante che il bambino diventi una persona di successo e rispettata. Altri vogliono che un figlio o una figlia siano semplicemente felici. Ma molti concordano sul fatto che per felicità e successo, il bambino deve essere indipendente. La psicologa Diana Baumrind (Diana Baumrind) cinquant’anni fa ha formulato due qualità principali su cui l’istruzione è costruita in famiglia. Queste qualità sono reattività e esaurosità. Una combinazione diversa di queste qualità dà origine a diversi stili di istruzione. Ma solo uno di loro aiuta a sviluppare un bambino in un sano senso di responsabilità senza sopprimere la sua personalità.

Stile autorità

I genitori autoritari prestano molta attenzione alle regole e al controllo. Hanno una chiara idea di vero e errato, accettabile e inaccettabile, utile e dannoso. Credono che sia necessaria l’invio a requisiti difficili per proteggere il bambino da errori e influenze perniciose. Se il bambino si comporta male, “se appropriato”, dovrebbe essere “insegnato”. I genitori autoritari sono fiduciosi nell’efficacia delle punizioni e le concessioni considerano la manifestazione della debolezza: “Dagli volontà, sederà sul collo e sulle gambe sopraffatte”.

Questo stile di istruzione combina elevate esigenze con bassa reattività. Gli psicologi credono che i bambini di genitori autoritari spesso crescano esibirsi e laboriosi, ma allo stesso tempo hanno una bassa autostima e raramente mostrano iniziativa. In dubbio cosa fare e cosa pensare, tali bambini cercheranno istruzioni dall’autorità (avvio in compagnia, capo).

Stile indulgente

Indulgere i genitori sono attenti ai desideri del bambino e sono sempre

https://bergarakoeuskara.net/tutti-i-segreti-del-preservativo/

pronti a incontrarlo. Considerano i proibizionari e la punizione metodi di istruzione obsoleti. A differenza dei seguaci di uno stile autoritario, credono nella coscienza naturale del bambino. Cercano con ogni mezzo di evitare una pressione eccessiva sotto il pretesto che è disumano e uccide la creatività.

Spesso i genitori indulgenti in questo modo stanno cercando di compensare la mancanza di cure che hanno sperimentato l’infanzia. Ad esempio, un uomo ricorda quanto fosse duro e freddo suo padre e pensa: “Mi comporterò con mio figlio in modo diverso”. Tali genitori cercano di rompere la barriera tra loro e il bambino, gli mostrano: non siamo solo noiosi “antenati”, siamo tuoi amici.

Questo stile di istruzione combina scarsa esaurosità e alta reattività. Ma la strategia di indulgenza è pericolosa perché il genitore, rifiutando la violenza, può andare troppo lontano. Ad esempio, può generalmente abbandonare le regole. Questo può portare il bambino alla convinzione che tutti i suoi desideri e bisogni dovrebbero essere immediatamente soddisfatti e dovresti vivere solo per piacere. In futuro, può diventare intollerante all’opinione degli altri, narcisistica e dispotistica con gli altri.

Stile democratico

L’opzione migliore è quando i genitori combinano il controllo e la precisione con la reattività. Rispettano il bambino e sono considerati la sua opinione, ma possono resistere delicatamente al comportamento, che è considerato inaccettabile (ad esempio, se il bambino offende altri bambini, maleducato o rifiuta di aiutare in tutta la casa). Allo stesso tempo, cercheranno sempre di spiegare al bambino perché sono arrabbiati con lui o perché lo proibiscono con qualcosa. Le relazioni sono quindi costruite su un dialogo.

Un genitore autorevole, a differenza dell’autoritario, non introduce requisiti difficili sul principio di “che non è consentito è vietato”. Piuttosto, stabilisce il bambino un quadro all’interno del quale regna la libertà relativa. Dì, un genitore autorevole dice al bambino: “Puoi giocare la console, ma prima controlla se sei rimasto nella tua stanza? Non lo faremo per te “. I bambini di genitori autorevoli, quindi, imparano a comprendere i confini e ad avere la responsabilità delle loro azioni.

Leave a Reply

Your email address will not be published.